Donna sull’orlo di una crisi di nervi

Donna sull’orlo di una crisi di nervi

Sono di cattivo umore. Sto scrivendo di cattivo umore e diamine, ditemi voi se sono io la tipica donna sclerata sempre costantemente mestruata anche quando non lo è, oppure no….

Il mio cattivo umore incomincia l’altro ieri sera……
Vado a fare la spesa con il mio fidanzato verso le 18:30, mi viene a prendere a lavoro e, come al solito, non arriva in orario. Già me l’aspettavo questa pecca e meno male che tendenzialmente dovremmo essere noi donne a fare sempre tardi!!!!! Lo aspetto al freddo e al gelo nel quartiere più malfamato della città e, non sono una che vive di pregiudizi e stereotipi, è seriamente un quartiere alquanto pericoloso, ma ci lavoro da due anni e quando mi dicono “Come fai ad andare in giro al buio in quella via?” rispondo che cammino a passo sostenuto e testa alta. Ma questa è un’altra storia, potrei stare ore e ore a raccontare in cosa consiste il mio lavoro di educatrice domiciliare di minori che per loro sfortuna vivono in contesti familiari caotici (per essere vaga e delicata).
Comunque, già mi fa innervosire in macchina, con delle patatine che pretende di mangiare mentre guida perchè ha fame…poverino, lavora per lo più a casa e viene a dire a me che ha fame….(i controsensi della vita! lavorassi io a casa sarei un cofano!).
Arriviamo al supermercato e avviene ciò: io che vado a destra e a sinistra a cercare ciò che ci serve, metto questo nel carrello, metto quell’altro nel carrello e…….lui scompare………Lo ritrovo con il suo fedele e immancabile cellulare in mano!
Maporcoooooocavoloooooooooo non sei capace di concentrarti per, non dico tanto, un’oretta e dedicarti a quella stupida spesa che è settimane che rimandiamo e che finalmente stiamo amorevolmente facendo insieme? Il frigo grida vendetta, in generale la nostra dispensa minaccia di rivoltarsi contro di noi e tu non sai cosa bisogna prendere???? Non ci vuole molto…….Poi si lamenta che me ne esco fuori con frasi tipo: “Ci viviamo in due in quella casa, saprai anche tu cosa serve e cosa no….”. A quanto pare no.
Perchè bisogna davvero omologarsi alla massa?? Perchè bisogna davvero rappresentare l’uomo medio che viene descritto comunemente da donne frustrate e casalinghe disperate? Per me gli uomini non sono davvero così scarsamente interessati alla casa e ad aiutare nella vita domestica, sono a volte alcune donne che danno per scontato che gli uomini non sappiano per esempio stirare e quindi stirano sempre loro. Il mio fidanzato sa fare tutto se vuole, il problema è che non è stato abituato a fare tutto (per esempio cucinare) e che tante volte non sia in grado di gestire in maniera funzionale il suo tempo….
Quando per esempio torno a casa prima del previsto è un dramma….per lui, e poi lo diventa in effetti anche per me, dopo che mi rendo conto che la tazza che ho lasciato nel lavello della cucina ore e ore prima è ancora lì, come per esempio le cose per la colazione ancora sul tavolo. Che faccio, non mi devo un attimo indispettire? Io non ce la faccio a stare zitta e buona e ingoiare il rospo, piccolo o grosso che sia.

Tornando alla spesa, chiedo amorevolmente varie volte al mio caro ragazzo di mettere via il cellulare e lui inizia a fare quelle solite cose che fa per rigirare a modo suo la frittata e che sa mi fanno inviperire ancora di più.
Inizia a starmi incollato addosso come una cozza chiedendomi cosa c’è da prendere, ridicolizza la mia richiesta di stare concentrato su di me e su quello che stiamo facendo insieme…ho come la sensazione che a volte non mi prenda sul serio.

Ora, la spesa non è certo un problema enorme, è una grandissima cavolata, ma appunto per questo non riesco proprio a capacitarmi del perchè non si sforzi neppure un pò  dfi capire le mie ragioni.

Ieri sera poi un’altra……
Torna a casa verso le 22, mi avvisa poco prima che sta arrivando e gli preparo qualcosa da mangiare. “Grazie amore, sei un tesoro…..”
Arriva, parliamo un pò, mangia…e poi gli dico: “Stavo guardano i voli per Berlino. Li compriamo stasera? altrimenti poi costano troppo!”
“Sì, dai. Guarda tu.” E quando mi dice guarda tu scatto….GUARDIAMO!!!!!!!!!! Siamo in due, non puoi sempre lasciare a me le responsabilità, piccole o grandi che siano….Che palleeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!
Niente, guardiamo i voli e ci rendiamo conto che per il week-end che avremmo deciso forse è tutto da rivedere.
(Il succo del discorso è che abbiamo uno smartbox da usare e che scade il 28 febbraio….manca poco insomma…)
Alla fine mi innervosisco perchè non mi dà retta e niente biglietti, niente di niente….me ne vado a letto tutta nervosa.
Non riesco a dormire, mi giro e mi rigiro..poi arriva anche lui e, proprio quando ero riuscita miracolosamente a prendere sonno, mi sveglia.

In conclusione:
non è che noi donne abbiamo chissà quale mente contorta, è che a volte la superficialità di parole e azioni rovinano davvero i bei momenti e la serenità di coppia….
Conclusione 2:
Stasera uscirò con i miei amici!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...