Sex bomb!

Sex bomb!

I problemi mascellari non sono ancora del tutto risolti e con loro, non sono neppure finiti i vari disagi derivanti appunto dall’infiammazione all’osso della mascella.
Dal non poter mangiare cibi che vanno masticati a lungo, non poter fare determinate attività fisiche (non che fossi un’atleta, ma anche solo camminare ad una velocità non da bradipo non è facile..la mascella pesa, pulsa, come se i denti lì radicati facessero su e giù..), ma la cosa più grave: astinenza sessuale!

Se addirittura camminare era diventato un pò fastidioso, immaginatevi voi il sesso…per i primi tre giorni di infiammazione non mi è neanche passato per l’anticamera del cervello di intraprendere qualche atteggiamento vagamente erotico visto che il dolore era talmente acuto e costante da avermi offuscato letteralmente il cervello. Il mio povero ragazzo ha dovuto accudirmi (ma disgraziato, neppure più di tanto perchè il caso vuole che tutti gli impegni del mondo li avesse in quei tre giorni di mia insofferenza al dolore) e soprattutto ha dovuto sopportare la mia più totale apatia. Ero letteralmente in stato vegetativo buttata sul divano come una foca monaca, ma la cosa peggiore era che mi dava fastidio tutto e mi davano fastidio tutti. Avevo questo insopportabile dolore acuto e costante alla mascella sinistra con relativo gonfiore da canotto ambulante, non ero davvero in grado di staccare la mente da quel fastidioso dolore che mi affliggeva e il mio livello di concentrazione non aveva nulla da invidiare a quello dei bambini che seguo a scuola. La cosa peggiore…per il mio lui poveraccio (e capisco ora bene che si sia tenuto spesso ben lontano da casa)…era che non sopportavo se mi parlava, se mi chiedeva qualcosa..io gli facevo le domande per sapere come era andata la giornata, com’era andata la serata che mi ero persa..ma poi quando mi rispondeva staccavo il cervello dopo meno di un secondo per poi dire cose tipo “Amore ti prego stai zitto, non riesco a seguire quello che dici..taci!”, “Non parlare, mi urta il rumore della voce!”..che arpia del cavolo, a ripensarci. Ma se ripenso al dolore provato..solo un parto naturale con travaglio di tredici ore senza epidurale potrebbe eguagliarlo, mi sa (ma io non ho mai partorito, vabbè!).

Tornado alle rinunce di questi giorni..il sesso è stata una rinuncia terribile. Probabilmente i farmaci mi hanno anche provocato un calo del desiderio, sicuro al 100% perchè, non per vantarmene, ma non ho mai poca voglia del sesso..Qualche volta sono stanca morta dopo una giornata infernale di lavoro e parto con l’idea “col cavolo, se stasera vuole farlo mi dò malata!”, ma poi col cavolo che mi dò veramente malata!
Ho un ottimi rapporto con la mia sessualità e con il mio ragazzo le cose vanno a gonfie vele, ho solo avuto modo di pensare un sacco in questi giorni di apatia fisica…perchè la testa, se pur non vivacissima, ha continuato a lavorare regolarmente..E mi è venuto in mente un amico e collega. Allora, partiamo dal presupposto che il mio ragazzo e i miei amici maschi dicono sempre che un uomo ha sempre voglia di sesso, non rifiuta mai la generosità sessuale di una donna e soprattutto, quando è gentile, ti dà innumerevoli attenzioni, ti ascolta, dice spesso di sì è perchè ti vuole portare a letto.
Io sono sempre stata d’accordo per metà con questa teoria, nel senso che sì, noi donne ce la teniamo sempre un pò più stretta di come gli uomini si tengono su per bene la patta, ma forse per questione di apparenza che per altro..mica vogliamo fare la figura di quelle facili (a me non me n’è mai fregato un bel cacchio..sarò stata una facile allora, che ne so!)..però ci sono anche uomini che con il sesso ci vanno cauti.
Il suddetto amico e collega , per esempio, è un uomo simpatico, brillante, anche belloccio. Un anno fa mi dice che erano due anni che non faceva l’amore con la sua fidanzata con cui stava insieme da dieci anni. Iniziamo un pò a parlare di questa cosa e lui mi dice che sta bene così, che non ha bisogno del sesso per star bene con la sua donna. Io fatico a capire quello che intende e mi convinco che si sia in qualche modo accontentato, che per paura di perdere lei ha deciso di assecondare il mancato bisogno di intimità della sua partner. Dopo poco tempo da quella per me sconvolgente confidenza, mi dice: “Mi sposo!”.
Resto allibita e gli chiedo se è davvero sicuro di volersi sposare con lei..Quindi partii la discussione: “Sono d’accordo anche io che oltre alla sessualità ci debbano essere tante altre cose in un rapporto, ma il sesso è una parte fondamentale dello stare insieme. Come fai? Ci saranno ovviamente momenti in cui tu hai davvero voglia di farlo..non è normale il contrario (anche se chi stabilisce cos’è normale e cosa no?!..però per intenderci..tutti, maschi, femmine, tutti hanno delle pulsioni..). Sei sicuro di amarla? Che lei ti ami?”
“Sì, io sono innamorato di lei e a me basta così”
“Sì, ma non ti deve bastare…Cioè, sembra che lei non abbia slanci e che tu ti sia accontentato per non litigare,per  non perderla..Ma a lungo andare pensi che tutto ciò possa andarti bene? Non ti senti privato di una parte fondamentale di te e del vostro rapporto?”
“All’inizio ero arrabbiato, ma ora sono felice così”

Insomma, per me non è felice e lo vedo, lo so..
Io ho passato una settimana con la cintura di castità e non ne sono stata per nulla felice, lui non ha fatto sesso neppure in viaggio di nozze!!
Poi se ne esce fuori un giorno con una semi dichiarazione a me..Ma che è? Tua moglie fa la puritana e finalmente ti butti su un’altra? Peccato sia un’altra sbagliata!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...